Drowning World – Mostra multimediale di Gideon Mendel

05.06 - 05.09.2024

Cortile del Rettorato

background parallax element
background parallax element
background parallax element
background parallax element

Drowning World – Mostra multimediale di Gideon Mendel

La mostra, prodotta da UniVerso e allestita nel Cortile del Rettorato in occasione del Festival CinemAmbiente, presenta un progetto del fotografo sudafricano Gideon Mendel. 

Dopo aver raccontato gli anni finali dell’apartheid in Sud Africa, Gideon Mendel allarga il suo sguardo sulle drammatiche e globali conseguenze della crisi climatica. Dal 2007 compie numerosi viaggi per raccontare gli effetti delle inondazioni in differenti aree del mondo, dando vita a Drowning World, un ampio lavoro di documentazione che racconta l’esperienza umana di una catastrofe climatica ormai in grado di trascendere ogni confine geografico, culturale ed economico.

Nel vasto corpus prodotto nell’arco di oltre quindici anni, spiccano i Submerged Portraits, l’incisiva serie di scatti di cui sono protagoniste le vittime delle inondazioni colte nel momento di stasi dopo il disastro – in una sorta di limbo creato dall’attesa del deflusso dell’acqua – e di cui la mostra propone una selezione di dieci fotografie riprodotte in grande formato.

Dal Brasile alla Nigeria, dagli Stati Uniti alla Thailandia, attraverso il Pakistan, l’India e la Gran Bretagna, gli scatti di Drowning World non fanno, esattamente come le inondazioni, distinzioni tra le vittime: uomini e donne, di origine e ceto sociale diversi, sono fermi davanti alla macchina fotografica e fissano l’obiettivo, distogliendo per un attimo l’attenzione dalle loro case allagate e dalla devastazione che li circonda. Se le loro pose sono apparentemente convenzionali, il contesto è drammatico e il loro sguardo spiazzante. Nell’incontro con la camera non sono vittime impotenti, ma soggetti attivi che ci invitano direttamente ad essere testimoni della loro sciagura.

Il percorso di mostra prosegue all’interno della Galleria UniVerso con una videoinstallazione dell’artista costituita da tre opere: A Song for the Forest, Proof and Portents, No More.

La mostra è allestita in occasione della ventisettesima edizione del Festival CinemAmbiente, la rassegna cinematografica internazionale organizzata dal Museo Nazionale del Cinema con l’obiettivo di presentare i migliori film e documentari ambientali dell’anno.

Il 19 giugno alle ore 17 nell’Aula Magna della Cavallerizza, Gideon Mendel sarà protagonista di un incontro aperto a tutti.